Dieci minuti di intervallo

(contro la stupidità, neanche gli dei…)

Archivi Mensili: novembre 2012

Non. ho. parole.

Il video è bloccato, ma potete vederlo qui.

p.s.: stamattina sono andata dal macellaio e gli ho chiesto due fette di prosciutto in più (gratis), ma non ha voluto darmele; e quando è venuto l’idraulico gli ho chiesto di abbuonarmi la mezz’ora di lavoro in più fatta in casa, ma non ha voluto; e al fisioterapista ho chiesto di fermarsi quindici minuti di massaggi in più (gratis), fuori orario, per la mia schiena ma mi ha detto di no.
Sporchi conservatori tutti e tre.
Dovrebbero prendere esempio dai parlamentari amici di Monti: loro sì che liberano risorse lavorando indefessamente.

W la democrazia

W la d’emocrazia

Visto che siamo in tema di d’emocrazia (anzi, come dice Tinka, di demografia*), vorrei che sapeste che:
se gli altri non vogliono i nostri modelli culturali, noi dobbiamo convincerli a prenderli senò facciamo come i conquidores perché, se per caso dovremmo combbattere con un popolo con i nostri modelli culturali sappiamo quali sono ma se ognuno ha i propri modelli noi non li conosciamo e possono essere più forte di noi, con l’esempio.

*Da una parte, infatti, è giusto che a volte esportare la demografia in un paese sempre così, perché non rispettano la cultura e la politica di quel paese soprattutto quando ignori quelli che esportano la demografia ignorano la cultura e la politica principale di quel paese.

Che Vendenzanacci ce la mandi buona!

.

Non vi sono angeli
non v’è dio
non v’è cielo
non v’è ritorno

e tuttavia
e senza dubbio
vi sono sogni come angeli
paure come dio
cieli come il cielo

e tuttavia
e senza dubbio
quello che non v’è
è il ritorno

(Mario Benedetti, “Inventario”, Le Lettere)

La mozzarella irachena ed altre globalizzazioni

Io in questo saggio parlerò delle esportazioni di modelli culturali con la globalizzazione, l’economia e la democrazia.
Esportare un modello di civiltà, a mio parere, è giusto, perché se tipo i paesi meno sviluppati, come i paesi dell’Africa, possono migliorare grazie alla globalizzazione, cioè tipo l’America può aiutare il congo economico prestando il denaro al paese.
Ad esempio quando il presidente americano George Bush decise di muovere guerra contro l’Iraq per esportare la democrazia e abolire la dittatura del dittatore Saddam Hussein.
Ad esempio alcune volte però con la guerra si può far uccidere tanta popolazione di un paese, già successo al Tibert per colpa della Cina che al tempo del socialismo conquistò il Tibert uccidendo tante persone.
Con la globalizzazione l’inglese c’è dappertutto nei bar nei ristoranti nei vestiti… Se vuoi una pizza e pensi che sia italiana invece alcuni ingredienti o sono americani o vengono dall’oriente (Iraq).
Solo la mozzarella è italiana.

Se semo visti?

Allora, allora, se semo visti? No, magari no.
Di facce da prof ne ho viste molte, ma da qui a riconoscere le prof. che passan di qui, ce ne vuole. E anche se vi avessi riconosciuto, starei zitta, perché ogni volta che vedevo una faccia, strana, vecchia, provata, segnata da noia solitudine o delusa dal tempo, ecco, dicevo: guarda che faccia da prof, e mi veniva la malinconia.
Ma insomma, com’è come non è, è partita questa Fiera.
Il mondo della scuola e della formazione incontra studenti e docenti per costruire insieme percorsi professionalizzanti, capaci di integrare i talenti e scoprire interessanti opportunità lavorative. Obiettivo: maturare esperienze capaci di favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.
Che già qui, uno dice: e te che c’entri? Leggi il resto dell’articolo

Se vedemo

Tutta colpa della scuola

Non so se avete notato ma…
quando un ragazzo usa incautamente il cellulare in una riunione o risponde sguaiato alle sei e mezza del mattino in un treno di pendolari,
la colpa è della scuola che non gli ha insegnanto come usare il cellulare in pubblico;
quando un ragazzo si ubriaca fino a perdere conoscenza in un locale che sarebbe vietato ai minori ma dove lui può entrare regolarmente,
la colpa è della scuola che non gli ha insegnanto i pericoli del bere;
quando un ragazzo fa lo slalom con il motorino, portando dietro un compagno, ed entrambi sono senza casco,
la colpa è della scuola che non ha fatto bene il corso per il patentino;
quando una quarant’enne [cit] mette gli apostrofi alla speraindio,
la colpa è della scuola che avrebbe fatto poca grammatica; Leggi il resto dell’articolo

Rottamatemi

Oggi è giorno di vacanza. Ognissanti.
Eh, che cosa avrei da dire su Ognissanti…
Comunque, mi va di lusso: sembra domenica ma domani non è lunedì e domani io sono a casa e ho già consegnato le programmazioni. Ho fatto e disfatto, oggi, e poi stasera mi sono detta: basta, stasera mi metto lì e leggo un bel librino. O magari mi cerco un E.A.Poe da portare in classe.
Ho una classe che ha preso la Poengiuntivite, e vuole Poe dappertutto.
Comunque, a parte questo, visto che non sopporto la Tv, che avevo bisogno di silenzio e compagnia bella, ho abbandonato il maritino sul divano, ho traballato verso il letto e sono andata dal Figliolo che ascoltava #!!$%rock#]!£$ a tutto volume. Leggi il resto dell’articolo