Dieci minuti di intervallo

(contro la stupidità, neanche gli dei…)

Archivi Categorie: auguri

Buon anno a tutti…

ardeahai…soprattutto ad Ardea Cinerini, che l’anno nuovo le porti un po’ di virgole e di  “a” con l’acca al posto giusto…

Finisce l’anno. C’è bellezza, intorno. Auguri.

[grazie a Paolo Attivissimo per la segnalazione]

Protetto: Senza parole (ma con password)

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Altro giro, altro regalo

Il blog “Dieci minuti di intervallo” dà il benvenuto all’ennesimo ministro dell’Istruzione, linguista, glottologa e politica di area montiana.
Essa intende:
Potenziare il diritto allo studio (brava, da un ministro dell’istruzione non me lo aspettavo);
Integrare comunità di docenti e comunità di studenti (come? Cosa? vedo i virgulti più delle loro madri, non basta?)
Ridare valore ai titoli di studio (chi? come? cosa?)
Lavorare sulle priorità tematiche (uau)
Attuare un contratto di coalizione (così leggo e così riporto).
Sulle modalità di attuazione del programma, per ora la ministra si esprime a gesti:

vi faccio un...

vi faccio un…

Auguri a tutti, scriverò di più e dimagrirò

Il capodanno è il momento per fare i vostri buoni propositi. La settimana successiva potrete cominciare a piastrellarci la strada per l’inferno, come al solito.

Mark Twain

Mark Twain

Per oggi e domani

Le donne dei Dieci minuti

otto marzo con scarpette rosse

otto marzo con scarpette rosse

Buon anno (al 99%)

Ancora auguri dalle Figu…

Meno 12

Non sono i giorni che mancano al rientro, no.
Sono i dodici gradi in meno di ieri a quest’ora.
Però!
Anche il tempo si mette in riga per l’apertura delle scuole.
Sto preparando le prove di ingresso (le faccio, non le faccio, uso quelle dell’anno scorso, riciclo quelle di istituto?); sto pensando alla Famosa Unità Didattica Interdisciplinare e alle competenze, già sapendo che le colleghe vogliono riproporre tali e quali quelle dell’anno scorso (e son dodici mesi che dico che, secondo me, sono una cagata); ho una figlia in vacanza (con i suoi sudati soldi); un’altra persa da qualche parte ospite del moroso; un altro a letto; il maritino è in ferie e sta lavorando al computer per l’ufficio (lavoro a distanza) sull’unico tavolo disponibile per farci qualcosa (dalle unità didattiche alla pastasciutta); il conto corrente non ci permetterà di arrivare (come famiglia) all’inizio della scuola; il ministero non ci permetterà di arrivare (come scuola) alla fine della scuola.
Shavasana a tutti.