Dieci minuti di intervallo

(contro la stupidità, neanche gli dei…)

Archivi Categorie: password

Non c’è peggio al peggio

Volete sapere il modo gioioso
Con cui nella scuola della Capatórta
abbiam ricordato in stile gassoso
la festa che ormai sta arrivando alla porta?

E proprio davanti alla porta del Capo
(cioè, della Capa, scusate il mio lapsus)
han messo un… che cosa? (un bel rompicapo
costruito con cura, con arte del ca…psus).

Siccome si tratta di un bel manufatto
di bella presenza ma UNICO aspetto
ancora una volta io celo il misfatto
e chiedo di dirmi chi è il giovinetto

che ha fatto drizzare i capelli sul capo
al povero Bismark (e a me, poveretta)
che dopo aver detto (e spiegato daccapo)
la storia ho trovato ridotta a polpetta.

Protetto: Senza parole (ma con password)

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Per rivederla, la password

Mi sono tormentata una mezz’ora,
scrivendo il post con dei particolari
che avrebbero indicato chiaramente
chi sia quell’ineffabile signora
(che chiamo CapaTórta per fattori
che mai rivelerò qui espressamente).

Mi sono tormentata, ma ho deciso
che se volevo far capire il tipo
dovevo qui elencare con fermezza
ed in un modo assai assai preciso
ogni sua grande o piccola sconcezza.

Per questo son costretta ancora adesso
a chiedervi di chiedere il permesso.
La password, cari i miei gran bambinoni,
è quella smemorata di ……………………….

Suggerimento

Come sempre, se l’oggetto del contendere è privato,
lo nascondo col bianchetto di una password ma, accennato,
porgo qui il suggerimento che consenta la lettura
per chi cerca il godimento (e persin la gioia pura)
di sapere che succede, dopo giorni e giorni zitti,
nella scuola che mi diede dei virgulti derelitti
e colleghi come quella che faceva compagnia
con malanni e mal di pancia (e di nome:…)