Dieci minuti di intervallo

(contro la stupidità, neanche gli dei…)

Archivi delle etichette: giornalismo

Eeeeh??

IvaLiberoOra… Non metto il link al giornale in questione, per non intasare il sito, poverini.
E non aggiungo altro perché non ho parole.

A consolazione, una vaschetta di gelato al cocco

La colpa di vivere

Pare proprio che a salvare la patria in mutande dovranno essere i pensionandi. Decine di migliaia di lavoratori che, dopo aver sgobbato fin da ragazzi e pagato contributi previdenziali per decine e decine di anni, arrivati a poche buste paga dal traguardo stanno per sentirsi dire che la loro pensione è diventata un lusso insostenibile. I nullatenenti con yacht a carico, le società municipalizzate che proliferano come funghi velenosi: queste e altre minuzie possono aspettare. La vera urgenza è il taglio di un diritto maturato, e autofinanziato, per tutta una vita.
E’ un’ingiustizia, quindi si farà. Nel più totale disprezzo dei progetti di quelle persone, che ora rischiano di annegare nell’incertezza insieme con le loro famiglie. Un’ingiustizia e anche un controsenso: come riusciranno i giovani a entrare nel mondo del lavoro, se si impedisce ai diversamente giovani di uscirne? Le ragioni della scelta sono fin troppo facili da comprendere. I pensionandi non hanno una lobby che li tuteli e non godono neppure di simpatia sociale. Come gli anziani in genere. Con il prolungamento della vita media, la società sembra quasi imputare loro la colpa di non voler morire. Di questo passo guadagnerà seguaci la provocazione dello scrittore inglese Martin Amis, che in un’intervista alla Bbc propose di rimettere in ordine i conti dello Stato Sociale sopprimendo i cittadini al compimento dell’ottantesimo anno. Va bene tutto (insomma, quasi tutto). Ma un Paese di privilegiati come il nostro eviti almeno di mettere alla gogna degli individui che hanno la sola colpa di aver creduto nelle leggi.

(Massimo Gramellini)
(ripreso da Thumper, che ringrazio)

Current Italia, addio

Cara Lidia (o caro Fatto)

Ravera1Sul Fatto Quotidiano di oggi Lidia Ravera invoca (giustamente) un ministero per la Complessità Espressiva che rimuovesse dal suo incarico il parlamentare colpevole di barbarico eloquio o incontinenza verbale. Ci sarebbe un bel repulisti, vero?
Io da parte mia, cara signora Lidia, invoco un Ministero della Punteggiatura Corretta (il MinPunCor), che operi a partire dai quotidiani.

Ravera2

Voglio dire: ho smesso di acquistare il Corrierone, Repubblica eccetera perché ero stufa di raccogliere strafalcioni ortrografici e sintattici. Dovrò mica smettere anche di prendere il Fatto, no?

(e mi scuso se me la sono presa con la signora in questione: in realtà, è solo l'esempio di oggi, perché, per il resto, è in buona e abbondante compagnia)

Decidiamoci

Gentile Signora Mariasssstella,
detta anche Ministro di Istruzione
(evvahi)
io non guardo la Tivù.
Così, un'oretta fa, minuto più minuto meno,
in famiglia si mettono a gridare e mi chiamano di là e strillano che si parla di scuola.
E io corro, ma la notizia è passata.
E ora son qua, e di là i figli e il maritino dicono, sostengono e spergiurano che la notizia fu questa:
"L'esame scritto di francese (o spagnolo, o tedesco, o cinese) per la scuola media
è un invito, non un obbligo
".
Ora, capirà, Mariassss (che le do perfino del Lei da quanto sono basita)
ora capirà, caro Ministro dell'Istruzione (evvahi),
che io sto litigando col mio proprio sangue (cioè, la famiglia)
sostenendo che nessuno, nemmeno lei, Mariassss, può aspettare tre anni per
– dire che si fa uno scritto nuovo a venti giorni dall'inizio degli esami per dei ragazzi di scuola media che da tre anni (benappunto) studiano la seconda lingua straniera
(cioè, mi spiego: lei ha aspettato 1076 giorni e poi, bàm, la circolare, 20 giorni prima degli esami)
– farci fare tutti i collegi docenti straordinari per risistemare tutto il calendario degli esami e ciàpa da chi e mola da là, alla fine ce l'abbiamo fatta
– far rispondere al telefono dal suo braccio destro Bruschi Max che sulla circolare c'è scritto: "si ravvisa l'opportunità" e secondo il ministero in italiano ciò vuol dire: "è obbligatorio"
e poi
e poi
e poi (non riesco nemmeno a dirlo)
lasciare che un telegiornale dica
(a dieci giorni dall'esame)
che il ministero dice che è stato tutto un equivoco, e che giustamente dove c'è scritto: "si ravvisa l'opportunità" vuol dire: "è opportuno, sì, ma vedete un po' voi".
Cioè, dunque, allora, benappunto:
esce una circolare balorda, che ci fa buttare all'aria questo e quello e viene oralmente smentita da un telegiornale.
Deve essere un telegiornale comunista.
O forse è lei che si trova meglio con l'orale che con lo scritto
(absit iniuria verbis)

ore 21.43. Controllo. Mon dieu. C'est vrai!
TGR5giugno

padre Alex c’è ancora

Tiremm innanz!

GelmTricolore008Ora, a parte la punteggiatura che ho corretto io in rosso, entriamo nel merito della notizia: c'è ancora qualcuno che crede che le scuole aspettino la Gelmini per muoversi e fare qualcosa?
Signor Lillo, signor Lillo, la ringrazio per l'articolo ma sottotitolerei così: la Gelmini si scorda, la scuola si ricorda.

Virgola punto punto e virgola accento

…non può essere consentito nè‚ per il rispetto che si deve al Parlamento nè‚ per la considerazione che si deve avere…
…proprio perchè‚ a pieno titolo rappresenta da anni questo di genere di impegno politico…

Ora, se volete sapere che cosa non può essere consentito, potete andare qui, sul sito online del Corrierone. Se invece vi interessa nulla, potete fermarvi all'uso creativo delle virgole a singhiozzo (per non parlare degli accenti che persino il computer te li corregge e te li gira dalla parte giusta).
Tristezza.
Mi sono rallegrata solo al
…chiudo alle varie provocazionì
che mi ha fatto capire come e quanto l'anonimo redattore, in quel momento cruciale di composizione del testo, fosse in preda ai fumi dell'alcol.

p.s.: cosa faccio qui al computer, a quest'ora della notte? Devo preparare la prova di livello di grammatica e quella di comprensione del testo. No, non per un gruppo di giornalisti. Per i miei virgulti.

Io invece non pensavo

congiunt001

Insisto (e aggiorno :-P)

Virgola6

Virgola5
Virgola2

Virgola4

Virgola3