Dieci minuti di intervallo

(contro la stupidità, neanche gli dei…)

Archivi delle etichette: iniziative

Io no

No captcha day su suggerimento di ReAnto

No captcha day su suggerimento di ReAnto

Se vedemo

Impossibilitata

E ci risiamo?

agcomOra, io mi lamento di Rorob che non capisce il complemento predicativo del soggetto;
e poi mi lamento di Chicca che mette Parigi in Inghilterra;
e dei figli che aprono le finestre quando c'è il temporale e le chiudono con 40 gradi (perché se no entrano le zanzare);
e di mio marito che ha messo il calziono blu nella roba da lavare tutta bianca;
e dei cani che han fatto la buchetta vicino alla fila di pomodori;
e della figlia maturanda che non studia e si piastra i capelli due giorni prima dell'orale.
Insomma, una lamentela unica.
Poi mi viene in mente che ho una ministra che non sa chi è Fogazzaro;
dei parlamentari che se ne vanno quando c'è da votare;
il nuovo segretario di un vecchio partito che lancia il partito degli onesti mentre le telecamere inquadrano un ricettatore di orologi;
alti responsabili che mandano via dalla Tivù pubblica chi andrà a far spettatori sul web;
e, di nuovo, efficientissimi e aggiornatissimi politicanti che vogliono, signori,
controllare il web.
E siccome non ce l'hanno ancora fatta, han pensato di dare il controllo all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che potrà far rimuovere dal web ogni qualsivoglia secondo, minuto o ora di audiovideo ritenuto "pirata".
Allora, attenscion: se metto una figu della Mariasss o del suo compagnuccio di banco Angelino con sottofondo di musica anni '70, mi chiudono il blog. Per la musichetta, mica per le figu… Se pubblico una copertina di Nathan Never che appartiene al catalogo ufficiale di Corte, mi chiudono il blog. E così via.
Ora, sto rivalutando lì'intelligenza di Rorob, e intanto protesto e avviso che cosa si può fare:

Infine, scusate, siccome io con gli asini ho a che fare tutti i giorni per sei mesi all'anno (essendo che gli altri sei mesi sono in vacanza), ragiono un po' e penso se non ci sono altri modi per fare capire a questi politici analfabeti digitali che forse stanno, di nuovo, sprecando il loro tempo. E poi li trovo, questi altri modi, qui:
1) sommergere l'Agcom di segnalazioni di presunte violazioni. Noi siamo in tanti; loro sono in pochi. Basta qualche decina di migliaia di segnalazioni per mandare in tilt il sistema e ricordare a questi asini digitali che stanno cercando di vietare al vento di soffiare e stanno ragionando ancora in termini di piombo in tipografia anziché di bit nella Rete.
2) studiare invece di strillare. I vari tentativi di censura e oscuramento funzionano soltanto con chi non sa usare Internet e non ha voglia di imparare a usarla come si deve, però poi si lamenta. La resistenza civile ai tentativi di imporre leggi idiote non passa solo dai canali politici e dalla scheda elettorale: passa dal filo dell'ADSL che abbiamo in casa. L'HADOPI francese non è fallita perché i francesi si sono dedicati al denial of service contro i siti delle autorità […] È stata ridicolizzata perché gli internauti francesi hanno capito che il peer-to-peer è vulnerabile (nel senso che consente un facile monitoraggio) e sono passati ad altri sistemi (come i download diretti tramite Rapidshare, Megaupload, Fileserve, eccetera). È ora di spegnere il teleschermo e di accendere il cervello; di smettere di comprare giornali-spazzatura e diventare tutti hacker.

Piantiamola

Ignoranza

Metti un finocchio a cena Mi sono cadute le braccia: non solo non sanno che cosa sono le barbabietole, non sanno nemmeno che cosa sono i finocchi. Devo mandarli dal fruttivendolo un'altra volta…

(battutona… Ma per una buona causa, eh…)

Per torinesi e non solo

17NovIl 17 novembre è la giornata internazionale dello studente, celebrata fin dal 2004 con mobilitazioni studentesche in tutto il mondo, per ricordare gli studenti cecoslovacchi deportati e uccisi a seguito delle proteste contro l'annessione nazista del 1939.

Lo scorso anno la partecipatissima giornata di mobilitazione del 17 fu coronata a Torino dall’occupazione del rettorato da parte dello spezzone universitario del corteo, per denunciare l'approvazione al senato del DDL Gelmini, provvedimento che lo scorso 14 ottobre 2010 sarebbe dovuto tornare alla Camera per la sua definitiva approvazione e che, complici anche le sempre più laceranti contraddizioni all’interno del Governo, la mobilitazione generalizzata del mondo dell’Università in tutta Italia è riuscita a stoppare e a far rinviare a seguito della sessione bilancio, ottenendo una temporanea ma significativa vittoria.
Sappiamo oggi che la discussione alla Camera del DDL è stata calendarizzata per il 18 novembre.
[leggi il seguito qui]

Appuntamento

Fermati un momento per Angelo Vassallo
Venerdì 10 alle ore 10.30 in punto ovunque tu sia, qualunque cosa tu stia facendo.
Fermati.
Perchè l'hanno ucciso con nove colpi di pistola, ad Acciaroli.
Perchè era un uomo e un sindaco con la schiena dritta.
Perchè alle 11 lo seppelliscono, ma non vogliamo che seppelliscano i suoi sogni.
Perchè non potremo essere lì, ma vogliamo che la sua famiglia senta forte il nostro abbraccio.
Perchè dal minuto dopo continueremo il nostro impegno con più forza. Perchè così abbiamo imparato ad onorare la memoria delle vittime innocenti delle mafie.

Pronto, si spedisca

Sarei del parere di seppellire la Mariasss con questa (clic). magari per la settimana prossima se ne pensa un'altra…

(pregasi notare l'eleganza della carta da lettere e la gentilezza del commiato)

9 luglio 2010, se mi andrà, continuerò a parlare, clic