Dieci minuti di intervallo

(contro la stupidità, neanche gli dei…)

Archivi delle etichette: neve

Va’ che tempo

Rendetevi conto. Siamo in marzo. Metà marzo. A quaranta metri sul livello del mare (praticamente, pianura). Stamattina ha nevicato, ed è andata avanti fino alle quattro.

In risposta a Musicamauro…

Sì!

Neve del 14 dicembre ;-)

Neve del 14 dicembre 😉

e, per inciso, sono occupata a sopperire alle sviste delle Ferrovie: praticamente, sto sostituendo le principali linee ferroviarie della Regione…

Dieci marzo

NeveMarzoEd ecco la macchina della Vostra Prof, accuratamente ripulita dalla manone sante del Coniuge, senza antenna della radio e senza uno degli specchietti retrovisori a causa del ritocco fotografico abilmente teso a celare alcuni particolari rivelatori del sito in cui trovavasi stamane.
Eccola mentre, vittoriosamente coperta da circa trenta o passa centimetri di neve, si recava impavida sul posto di lavoro, dove trovavansi installati in apposita aula ben sette alunni della Seconda D(eficiens) ma circa venti della Prima D(olens).
Trattossi di mattinata fruttuosa.
Feci altresì due udienze impreviste, messa all'angolo all'angolo caffè, dove trovavami a tentar di sorseggiare bevanda gusto tè.
La neve infuria, il pan non manca, speriam che sventoli bandiera bianca.

Sì, va be', però…

Ora, mettiamo in chiaro che io starei a casa sempre volentieri.
C’ho da fare, stirare, sferruzzare, lavare, pulire, dormire e grattarmi la pancia.
Ricordiamo poi che, secondo la Mariasss (che le venga un cagone di trentotto minuti, grazie), meno ore fai a scuola più è alta la qualità.
Diciamo anche che slittare su dieci centimetri di neve non piace a nessuno.
Ma, uè, qui appena sfarfalla un po’ chiudono le scuole.
Voglio appunto dire che, sì, oggi, sorpresa, è nevicato, e alla grande. In due ore son venuti giù più di dieci centimetri. Era un bel vedere, nel mio giorno libero. Magari domani mi sarebbe rugato un po’ di più.
Comunque.
Ho le gomme da neve. Ho le catene in cantina. Ho comprato la pala da neve. Ho il raschietto per i vetri. I doposci.
meteo2Sì, sì, ho anche un coniuge che è partito da Milano alle diciotto ora locale, e alle ventuno e trenta ora nivale ha fatto diciotto virgola otto chilometri, più o meno.
Però, ecco, ora ho come l’impressione che abbia cominciato a piovigginare, la neve sul balcone infatti non c’è più, e persino il meteo fa vedere che ora dalle mie parti piove, e domani, guardate, nel comune dove insegno è prevista pioggia e…
Oddio, non vorrei far nevicare, ma secondo me domani a scuola si poteva andare tranquillamente.

p.s.: ovviamente, se riuscite trovare in tutta Italia un comune che ha queste stesse previsioni, potrete dire con buona approssimazione di avere localizzato la mia scuola.

Giovane prof affronta la bufera per presenziare a un corso di aggiornamento

Specifico: la giovane prof sono io.
All’inizio non sembrava così brutto (il tempo).
All’inizio le strade sembravano piuttosto pulite.
La bufera non è metaforica.
Le macchine fotografiche digitali hanno una penetrazione visiva superiore a quella dell’occhio umano.
Id est: in realtà ci vedevo la metà di quel che vedo ora nel filmino.
Ho presenziato e sono tornata.
Togliete l’audio, che a un certo punto, per farmi coraggio, ho pure acceso radioTre,
e tra la’altro parlavano dic arabinieri, poi vi spaventate.
E con tutto questo, ho avuto il buon tempo di filmarvi la bufera per mostrarvela?
Sì.
Il blog è una brutta bestia, vero?

Voilà

neve17dic2009 Come da annunci, eccola.
Tirate fuori gli stivaloni.
Portate a scuola le salviette.

Preparatevi.

proooof, mi ha tirato una palla di neveeee
tiragliela anche tu
me l’ha tiraaaata più luui di meee

p.s.: non ho le porte concave,
è solo che non avevo voglia
di correggere la foto