Dieci minuti di intervallo

(contro la stupidità, neanche gli dei…)

Archivi delle etichette: questolhofattoio

Secondo giorno di scuola: libero

Sì, l’ho fatto apposta.
A tutti quelli che sbeffeggiano i professori perché stanno a casa sei mesi l’anno (in realtà sarebbero cinque :-P);
a tutti quelli che si sono inginocchiati davanti a Gelmini e Brunetta;
a tutti quelli che pensano che, in quanto insegnanti, siamo troppi e che un po’ più di ignoranza nel mondo non farebbe male…
Sì, oggi sono a casa da scuola.
Giorno libero.
Leggi il resto dell’articolo

Ma il figliolo voleva andare in gita a Praga

Invece li han portati a Roma. Che lui comunque non aveva mai visto.
Ma vabbè: niente musica, niente concerti nel praghese, un muso da qui a là, e ieri sera lo hanno persino “costretto” a uscire e a mescolarsi ai romani…
Scambio di messaggi stamani:
Figlio: “Siamo in vaticano, tutto bene, cellulare scarico”
Madre (io): “Ok. Vista la Cappella Sistina?” Leggi il resto dell’articolo

Per oggi e domani

Va’ che tempo

Rendetevi conto. Siamo in marzo. Metà marzo. A quaranta metri sul livello del mare (praticamente, pianura). Stamattina ha nevicato, ed è andata avanti fino alle quattro.

Son soddisfazioni anche queste

voilà, quasi finito

voilà, quasi finito

Che vi devo dire? Io esulto di gioia quando, e aumenta di qui e diminuisci di là, lo scalfo manica prende esattamente la forma che dovrebbe avere se lo avessi disegnato e tagliuzzato con un paio di forbici. E invece.

(e aspettatevi pure il post
con il maglione finito!) Leggi il resto dell’articolo

Questo è un post di servizio valido solo fino alle 18 di oggi

meglio questo intervallo

meglio questo intervallo

Fonte: Ministero Istruzione, ore 17.03 di ieri
Dalle ore 14.00 di ieri (22 gennaio) alle 18 di oggi (23 gennaio) il sito delle iscrizioni on line parte pubblica (lato famiglia) è momentaneamente chiuso perché alcune scuole devono sistemare i moduli di iscrizione.
Perciò, se non funziona, è tutto a posto (cioè: è stato chiuso dal ministero, non è il vostro computer con la maledizione di Zerocalcare).

Se passa di qui qualche zia, lo sappia. Tranqui.
Se poi passa di qui qualche applicata, segretaria, addetta, dirigente amministrativa, avviso che le famiglie (pare) non debbono più registrarsi: siccome la scuola ha già tutti i nomi degli alunni, l’addetta ha una password per entrare nel sistema (volete sapere quale? il SIDI, per chi è nella scuola. Per chi non è nella scuola, davero vi interessa qualcosa?). Una volta che l’applicata è entrata nel sistema, l’autenticazione del fanciullo e della sua famiglia dovrebbe (condizionale) essere automatica (nel senso che il fanciullo è già iscritto in una scuola e può iscriversi in un’altra senza doversi registrare).
E’ chiaro?
Sì che lo è, dai.

Ora vado a finire le maniche del maglione bluette.

Ancora auguri dalle Figu…

La è, essa è, nevvero? [cit]

7 dicembre 2012

7 dicembre 2012

Piva, piva...

Piva, piva…

Dimenticare Frontman

Sì, ho le programmazioni da consegnare (e voi, e voi le avete consegnate, fannulloni? O le avete svolte in aula, mentre i vostri alunni si arrampicavano sulle lavagne interattive e si tiravano i tablet di cui è dotata la scuola italiana?).
Sì, ho i compiti da correggere (e voi, e voi li avete corretti tutti, compiti, questionari, temi, magari nell’intervallo, se non avete assistenza anche all’intervallo, in quei dieci minuti in cui, se vi va bene, potete persino fare la pipì, brutti perditempo che non siete altro). Leggi il resto dell’articolo

Amsterdam.4